14 dic 2009

Ipazia, una martire pagana



Vi rimando direttamente qui.
 

11 dic 2009

Crostata di cachi con frolla all'olio



Per la pasta frolla:
farina 500g
fruttosio 150
olio 1 bicchiere scarso
uova 3
lievito per dolci 1/2 bustina
limone non trattato (scorza grattugiata) 1

Per la farcia:
cachi 3
vino passito 1/2 bicchiere
acqua 1/2 bicchiere
fruttosio q.b.
uvetta q.b.

Mescolare le uova con lo zucchero. Aggiungere l'olio, la buccia del limone grattugiata e la farina setacciata con il lievito, lavorare l'impasto fino ad ottenere un composto omogeneo. Coprire con della pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per almeno un'ora.
Intanto preparare la farcia: pelare i cachi, farli a pezzetti e metterli in un pentolino insieme allo zucchero, il vino e l'acqua. Far bollire e togliere dal fuoco fino a quando non diventa una marmellata. Far raffreddare e poi aggiungere l'uvetta ammollata anch'essa nel vino passito.
Dividere l'impasto in due parti diverse, con la più grande rivestire il fondo di una tortiera; bucherellare e ricoprire con la marmellata di cachi e uvetta. Con l'impasto rimanente ricavare delle striscioline e stenderle sopra; con una forchetta sigillare bene i bordi delle striscioline alla crostata.
Cuocere in forno a 160° per 40 ' circa.


fonte per la frolla: essenza di vaniglia

17 nov 2009

Tanti auguri a me!



Per la frolla:
farina 00 125g
zucchero di canna 40g
olio d'oliva 40g
acqua calda 25g
lievito per dolci 1/2 bustina
limone bio (la scorza) 1/2

Per la crema:
uovo 1
fruttosio 3 cucchiai
latte 1 tazza
limone bio (la scorza) 1/2

Per decorare:
frutti di bosco q.b.
zucchero di canna q.b.

Grattugiare la scorsa del limone. In una ciotola unire la farina, il lievito, lo zucchero, la scorza di limone e poi i liquidi amalgamando con un cucchiaio acqua e olio. Il composto si amalgama subito dopo un po che impastate e rimane più colloso della normale pasta frolla. Pazientemente sistemare nello stampo. Cuocere 10 min a 180° appena è dorata ai bordi togliere la crostata dal forno e farla raffreddare.
Per fare la crema invece si parte riscaldando il latte aggiungendo la scorza di limone, avendo cura di grattuggiare solo la parte bianca. Mentre il latte si fredda, montare il tuorlo con lo zucchero, facendo diventare spumoso il composto. Quando il latte è quasi freddo aggiungerlo poco a poco all'uovo, continuando a lavorarlo con la frusta. Trasferire la crema nella pentola e cuocere fino ad ebollizione a fuoco lento, mescolando continuamente. Lasciar addensare appena un poco e togliere dal fuoco.
Prendere l'impasto e stenderlo sulla tortiera, bucherellare e cuocere 160-180°C per circa 20 minuti aiutandovii con i fagioli secchi per far peso sul guscio.
Quando la frolla sarà cotta aggiungere all'interno la crema e i frutti di bosco leggermente scaldati in padella con lo zucchero per ottenere un composto sciropposo.
Guarniere con dello zucchero a velo se si vuole.

24 ott 2009

Cocco ciambellone allo yogurt



uova 4
zucchero a velo 250g
aroma arancia 1 fialetta
sale 1 pizzico
yogurt al cocco 300g
olio 150ml
farina 300g
frumina 100g
lievito per dolci 1 bustina

Sbattere a neve le uova aggiungendo lo zucchero a velo, l'aroma ed il sale e sbattere fino a ottenere una massa cremosa. Unire lo yogurt, l'olio, la farina mescolata e setacciata con la frumina ed infine il lievito. Versare l'impasto in uno stampo da ciambella imburrato (od oliato) ed infarinato e cuocere accendendo solo la parte inferiore del forno a 190gradi per 50/55 minuti.
fonte: cookaround

22 ott 2009

Torta salata di zucchine



Ingredienti per la crosta:
farina 250g
acqua 150ml
timo 1/2 cucchiaino
origano 1/2 cucchiaino
rosmarino 1/2 cucchiaino
sale e pepe

Per il ripieno:
zucchine 4 di media grandezza
porri 1
cipolla 1
olio extra vergine di oliva 1 cucchiaio
granulare per brodo vegetale 1 cucchiaino
sale e pepe

Per la crema:
latte 250ml
uova 1
parmigiano grattugiato 1 cucchiaio
maizena 2 cucchiai rasi
sale

Per la crosta: lavorare tutti gli ingredienti a mano finché non si forma una palla, sigillare con la pellicola e far riposare in frigo per almeno mezz'ora (sigillata con la pellicola per non farle assorbire eventuali effluvi vaganti...). Tagliare le zucchine a rondelle sottili e fatele andare in una padella con 1 cucchiaio d'olio e i cipollotti affettati (parte verde compresa). Rigirare spesso (l'olio è poco...), aggiungere il granulare a metà cottura, salare e pepare alla fine (ci vorranno 10-15 minuti, devono essere tenere ma croccanti). Accendere il forno a 180°.
Sciogliere la maizena in un po' di latte freddo. Lavorare bene l'uovo e il formaggio in un pentolino, poi versatrvi la maizena sciolta e il resto del latte e cuocere a fuoco dolce (mescolando continuamente) finché la crema non inizia a rapprendersi. Fate intiepidire e mescolare alle zucchine.
Stendere la crosta con un matterello infarinato (sarà un po' appiccicosa). Tirarla molto sottile: per evitare buchi e strappi poggiarla su un pezzo di carta forno tagliato a misura e foderare la tortiera. Riempirla con il composto di crema e zucchine e infornare per 30-40 minuti (o finché non è ben dorata).

29 set 2009

Un primo speciale per una persona speciale



Ingredienti per 2 persone:
riso per risotti 150g
limone 1 (scorza e succo)
cipolla piccola 1
zafferano 1 pizzico
pancetta 4 fette
olio q.b.
brodo vegetale q.b.

Tagliare la cipolla finemente e farla appassire con un filo d'olio. Aggiungere il riso e rosolare per qualche istante. Aggiungere il succo del limone e far assorbire, aggiungere lo zafferano e versare mano a mano il brodo vegetale fino a completare la cottura. Qualche istante prima aggiungere la scorza del limone grattugiata. Rosolare la pancetta in una pentola antiaderente fino a quando non diventa un po' scura e croccante. Decorare il riso con le striscette di pancetta e servire.

19 lug 2009

Formaggio e fichi



Ingredienti per la pasta:
farina integrale 200g
olio d'oliva 1 cucchiaio
sale 1 cucchiaino scarso
acqua q.b.

Ingredienti per la farcia:
ricotta 150g
uovo 1
cipolla rossa 1
fichi 2
pinoli q.b.
sale&pepe

Preparare l’impasto mischiando la farina con olio e sale e quanto basta di acqua per avere un impasto morbido. Avvolgere con della pellicola e lasciar riposare in frigo per almeno mezz'ora.
Intanto cuocere la cipolla tagliata fine con un filo d'olio e 1/2 bicchiere d'acqua fino a quando non diventa morbida. Amalgamare la ricotta con l'uovo, salare, pepare e riempirci la pasta stesa e bucherellata con una forchetta. Mettere sopra la cipolla e i fichi tagliati a fettine sottili. Infornare a 180° per mezz'ora circa. Un pò prima di fine cottura aggiungere i pinoli e terminare.

10 lug 2009

Focaccia dolce alle prugne



farina 350g (+ 50g)
prugne 7-8
zucchero 120g
lievito di birra fresco 15g
uova 2
vino bianco passito 1 tazzina
olio extravergine di oliva 50g
sale 1 pizzico

Impastare in una ciotola (o con il Kenwood) la farina con un cucchiaio di zucchero ed il lievito sciolti in un bicchiere d’acqua tiepida. Lavorare bene per almeno 5 minuti fino ad ottenere un bell’impasto liscio ed omogeneo, quindi farlo lievitare coperto da pellicola finchè non raddoppia di volume, con questo caldo un’oretta sarà sufficiente.
Sgonfiare l’impasto ed unire le uova, un bel pizzico di sale, lo zucchero, l’olio, (una grattugiata di buccia di limone) ed il vino (avendo abbondato col vino ho dovuto poi aggiungere gli altri 50g di farina), lavorare ancora bene (con la frusta a gancio perché è piuttosto morbido) almeno altri 5 minuti.
Versare l’impasto nello stampo (è preferibile quello rettangolare). Affondare le prugne tagliate a metà nell’impasto (io ho messo delle prugne in barattolo aromatizzate all'amaretto e dell'uvetta precedentemente ammollata in acqua).
Lasciare lievitare ancora 30 minuti a temperatura ambiente.
Cospargere la superficie con un cucchiaio di zucchero e cuocere in forno caldo a 200° per 35-40 minuti. Farla raffreddare prima di mangiare.

21 giu 2009

Summer Solstice, Litha



Midsummer
by JT

Midsummer —
Longest day
Shortest night
Longest light
Shortest dark
The world within
Echoes the world without
Lush foliage, leaves unfurled
Soft springy grass dotted with
Brightly colored flowers peeping through
The earth is green and bright
With warm sunny days
Clear velvety blue skies
Gentle cool breezes
Nature in glory
Our hopes blossom
Creativity flowers
With the season
The seeds of the fruit
Our desires will bear
Can be seen
On the stems
Of our dreams
fonte: witchery

15 giu 2009

26 mag 2009

Ketchup home made



Ingredienti per una bottiglia da 1/2 litro:
pomodori per salsa 1kg
peperone rosso 100g
cipolla 150g
zucchero 80g
paprica dolce 1 pizzico
aceto bianco 100ml
sale 1 cucchiaino
 
Lavare i pomodori, peperoni e cipolla e tagliare a pezzetti. Scartare i semi e i filamenti bianchi interni del peperone e la pellicina della cipolla. Metterli in una casseruola capace e cuocere a fuoco basso per 30 minuti mescolando spesso. Poi passare il tutto al passaverdure con il disco a fori piccoli. Versare di nuovo nella casseruola, aggiungere zucchero, paprica e cuocere per altri 30 minuti circa sempre a fuoco basso, mescolando di frequente. Unire infine l'aceto e il sale e proseguire la cottura per altri 30 minuti circa, fino a quando la salsa sarà ben densa. Versare nella bottiglietta e chiudere. Il ketchup si può utilizzare subito e si conserva per 2-3 mesi nella bottiglietta chiusa. Una volta aperta bisogna tenere la salsa nel frigo, dove si conserverà per un paio di settimane circa.
 

25 mag 2009

Barchette di peperoni con tonno e mais



peperoni 2 (uno giallo e uno rosso)
tonno 4 (scatolette al naturale da 80g ciascuna)
mais sgocciolato 140g
uova 2
pangrattato 2 cucchiai
parmigiano grattugiato 4 cucchiai
foglie di basilico 10
brodo vegetale q.b.
olio extravergine d'oliva q.b.

Lavare i peperoni, tagliarli a metà nel senso della lunghezza, ripulirli dai semi e dai filamenti bianchi interni e metterli a cuocere in una pentola, con acqua leggermente salata, per 20 minuti. Scolarli per bene e lasciarli raffreddare. Fare un composto con il tonno ben sgocciolato e sminuzzato, il mais, le uova, il pangrattato, il parmigiano grattugiato e il basilico tagliuzzato. Amalgamare bene gli ingredienti, riempire le barchette di peperoni con il composto e porle in una teglia rivestita di carta da forno. Versare su ogni barchetta due cucchiai di brodo vegetale, irrorarle con un filo d'olio e cuocerle in forno ben caldo a 180° per circa 30 minuti. Servire tiepide o fredde.
fonte: arietta

24 mag 2009

Zenzero candito



zenzero fresco 500g
zucchero di canna 500g
acqua 200ml

Pelare lo zenzero accuratamente,lavare e tagliare a fettine non troppo spesse. Metterlo in una casseruola e coprirlo d’acqua, facendolo cuocere a fuoco lentissimo per almeno mezz'ora o fino a quando risulterà tenero. Scolare bene e farlo raffreddare, pesarlo e rimetterlo nella casseruola con la quantità di zucchero equivalente al peso dello zenzero e con 200 ml di d’acqua. Cuocere ancora facendolo bollire e mescolare fino a quando l’acqua sarà evaporata e fino a quando lo zenzero avrà assunto un colore quasi trasparente. A questo punto mescolare e togliere dal fuoco. Disporre immediatamente lo zenzero su della carta da forno e passarlo subito nello zucchero. Si può tagliare ancora e conservarlo in vasetti a chiusura ermetica per 2/3 mesi.

23 mag 2009

Earth Goddess

17 mag 2009

Confettura di mele, limone e zenzero



mele annurche 1kg (peso senza buccia e torsolo)
zucchero di canna 350g
limoni bio 3
zenzero fresco grattugiato 2/3 cucchiaini

Pulire le mele, tagliarle a tocchetti e metterle in una pentola antiaderente. Aggiungere lo zucchero, il succo di due limoni, la buccia di un limone e lo zenzero. Iniziare a cuocere a fuoco lento finché non si sarà sciolto lo zucchero, poi alzare la fiamma al massimo e far bollire per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto, finché non si sarà ritirato il liquido. A questo punto abbassare la fiamma al minimo e proseguire la cottura ancora un pò. Quando le mele avranno assunto un bel color giallo scuro, provare a mettere un cucchiaino di confettura su un piattino. Far raffreddare un attimo e provare a toccarla con un dito: se si forma una pellicola ed è un pò densa, la confettura è pronta, altrimenti cuocere ancora qualche minuto. Trasferire la confettura nei vasetti (circa tre di media grandezza), chiuderli bene e capovolgerli per qualche minuto. Lasciar raffreddare prima di etichettare.

10 mag 2009

Contest "Ci piace un succo"

Il concorso ha un vincitore e un pdf (con anche la mia ricetta), che potete scaricare qui.


 

4 mag 2009

Fave in padella



Ingredienti per 2 persone:
fave 500g
pomodorini 150g
scalogno 1
brodo vegetale 1 bicchiere
peperoncino q.b.
sale q.b.

Lessare le fave in acqua salata e sgranare. Affettare lo scalogno sottilmente e cuocere in una padella con un filo d'olio per pochi minuti. Lavare i pomodorini, tagliarli in quattro pezzi e gettarli nella padella. Cuocere 5 minuti, poi unire le fave, il peperoncino, un po’ di sale e bagnare con il brodo. Lasciar cuocere una decina di minuti e se si asciugano troppo unire ancora un po’ di brodo.

3 mag 2009

Gnocchi asparagi e fave su crema di zafferano



Ingredienti per 2 persone:
gnocchi 500g
fave 100g
asparagi 100g
scalogno 1
spicchio d'aglio 1

Per la crema di zafferano:
latte 100ml
farina 2 cucchiai
zafferano 1 bustina
sale
pepe

Scottare le fave e gli asparagi tagliati a pezzetti in acqua salata e spellare le fave.
Tagliare a fettine lo scalogno, soffriggere in una padella con l'olio insieme allo spicchio d'aglio. Unire le fave, gli asparagi e un mestolo di acqua calda e proseguire la cottura.
Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata, scolare appena vengono a galla, metterli nella padella e mescolare delicatamente. Eliminare lo spicchio d'aglio. Intanto preparare la salsa: mettere in un pentolino il latte e la farina e togliere i grumi. Mettere su fuoco, aggiungere lo zafferano, sale e pepe e portare a bollore. Cuocere fino a quando non diventa una besciamella vellutata. Versare in un piatto la crema ed aggiungervi sopra gli gnocchi.

Con questa ricetta partecipo al contest: "Cattura questa stagione: primavera"

1 mag 2009

Ghoriba, dolcetti marocchini



Ingredienti per circa 30 ghoriba:
uova 4
zucchero 125g
lievito per dolci 1 bustina
essenza di limone 1/2 dose
mandorle tritate 500g
semolino fine 100g
aroma di fiori d'arancio q.b.
zucchero a velo q.b.

Sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere il lievito, l'essenza di limone, le mandorle tritate ed il semolino un po' alla volta. Lavorare questo preparato energicamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Inumidire le mani con l'aroma di fiori d'arancio, rimuovere una porzione dell'impasto delle dimensioni di una noce, farne una pallina e stenderla leggermente. Mettere questa su dello zucchero e disporre tutte le palle in un piatto unto con la parte ricoperta di zucchero verso l'alto.
Cuocere in forno a fuoco medio per 20/25 minuti.
 

30 apr 2009

Beltane



Fires of love

Embrace the purifying flame,
throw off the cloak of inhibition.
Stoke the good fires of Beltane
and let the flames fuel love’s fission.

The sun climbs high to summer glory,
unfolds the leaf and swells the bud,
delivering all of nature’s dowry
and a promise, now misunderstood.

From atom’s heart to human heart
spring passes the vitalising flame
and in each nucleus a spark
sets passion’s ardent torch aflame.

Goodfellow lies with Queen of Mai,
the goddess smiles on merrybegot.
Fires of love join earth and sky,
reaching where men and gods cannot.
Ian R.Thorpe

18 apr 2009


Giovane sole di amore e di luce sorgi in fretta,
alto e luminoso svetta,
Mentre nel cielo potere acquisterai sul nostro sostegno e amore contare potrai

3 apr 2009

Margarita muffins



Ingredienti per 6-7 muffins:
uvetta 30g
tequila 1 cucchiaio
farina 150g
lievito 1/2 cucchiaino
bicarbonato 1/2 cucchiaino
sale 1 pizzico
zucchero 40g
golden syrup 60g
yogurt 125g
latte 2 cucchiai
uovo 1
lime 1
limone 1

Per la glassa:
zucchero a velo 2 cucchiai
succo di limone 2 cucchiai

Preriscaldare il forno a 175°. Mettere in ammollo l'uvetta con la tequila e il succo di mezzo lime per 30 minuti. Mescolare e setacciare in una terrina tutti gli ingredienti secchi, ossia: farina, lievito, bicarbonato, sale e zucchero. In un'altra terrina mescolare gli ingredienti umidi: l'uovo leggermente sbattuto, yogurt, latte, golden syrup e il succo di mezzo limone e dell'altra metà del lime. Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi facendo attenzione a non mescolare troppo anche se ci sono grumi. Infine aggiungere l'uvetta e la scorza grattugiata del limone e lime. Versare il composto per i 3/4 di pirottini da muffins oliati (o imburrati) e infarinati. Cuocere per 15/20 minuti. Quando sono cotti, glassare mischiando lo zucchero a velo con il succo di limone. E, se si vuole, decorare con scorzette (glassate o non) di limone e lime.



Con questa ricetta partecipo al concorso "Ci piace un succo"



Altre ricette a base di agrumi:
Tiramisù all'arancia
Biscotti limone e rosmarino
Briosce integrali miele, sesamo e limone
Torta al limone
Lasagne con asparagi ricotta e limone
Risotto kiwi, gamberetti e limone
Torta morbida al limone e semi di papavero
 

30 mar 2009

Pomodori secchi sott'olio



pomodorini secchi 200g
aceto di vino bianco 1/2l
foglia d'alloro 1
timo
peperoncino piccante 1
spicchio d'aglio 1
olio q.b.

Versare in una pentola l'acqua e l'aceto. Appena bolle mettere la foglia di alloro. Lavare i pomodori secchi, versarli nella miscela di acqua e aceto bollente e far cuocere per tre minuti da quando riprende il bollore. Scolarli bene e stenderli distanziati su un canovaccio pulito. Coprirli con carta assorbente da cucina e lasciarli asciugare per un giorno. Tagliare a fettine l'aglio e a pezzetti il peperoncino. Mettere a strati in un vasetto pulitissimo prima alcuni pomodori, poi l'aglio, il peperoncino, foglioline di timo e continuare fino al termine degli ingredienti. Coprire completamente di ottimo olio extravergine d'oliva, chiudere il vasetto e lasciarlo riposare per almeno un paio di settimane in un luogo fresco.
fonte: fedia

29 mar 2009

Pasticcio di patate con speck e cipolla



cipolla grande 1
speck a dadini (o pancetta) 250g
patate grandi 4

Per la besciamella:
farina 2 cucchiai
latte 500ml
parmigiano grattugiato 1 cucchiaio
sale 1 pizzico
noce moscata 1 pizzico

Preparare la besciamella mettendo in un pentolino antiaderente il latte con la farina e togliere i grumi. Mettere sul fuoco e cuocere per circa 20 minuti, quando bolle mettere il sale e la noce moscata. Raggiunta la densità voluta spegnere e aggiungere il parmigiano.
Pelare e tagliare la cipolla e le patate (queste ultime a rondelle non troppo fini). Imburrare o oliare uno stampo o pirofila da forno; potete aiutarvi con un pezzettino di carta da cucina inzuppata d’olio.
Riscaldare il forno a 180º e quindi cominciare ad assemblare il pasticcio di patate e speck: disporre un primo strato di patate, salare, pepare, infine aggiungere la cipolla e lo speck. Sovrapporre nella pirofila un altro strato uguale di ingredienti e continuare così fino a riempire lo stampo, finendo con uno strato di patate. Versare sopra il pasticcio la besciamella che si sarà leggermente raffreddata ed infornare per 1 ora e 1/2.

21 mar 2009

Ostara, Equinozio di Primavera



... il Suo potere è aprire
la sua promessa non può mai venire meno

Lei risveglia tutti i semi dormienti,
L'arcobaleno è il suo simbolo,
Adesso il potere dell'inverno ha ceduto il passo,
Con la forza dell'amore, tutte le catene sono state spezzate

Tutto ciò che è stato perduto viene ritrovato
in una nuova forma, in un nuovo modo...

18 mar 2009

Tiramisù all'arancia



philadelphia yo 200g
zucchero a velo 2 cucchiai
arance 2
uova 2
pacco pavesini 1
 
Mescolare bene i tuorli con lo zucchero. A parte montare a neve ferma gli albumi. Amalgamare il philadelphia alla miscela di tuorlo e zucchero ed aggiungere gli albumi montati.
Stendere in una pirofila uno strato di pavesini inzuppati nel succo delle arance e ricoprire con uno strato di crema. Alternare fino a terminare con la crema. Se si vuole si può guarnire con scorze di arancia candite.


 

17 mar 2009

Sformato alla zucca nello speck



riso arborio 200g
zucca pulita 200g
cipolla 1/2
fette di speck 4
grana padano 30g
 
Tagliare la zucca a dadini e la cipolla a fettine sottili. Scaldare 4 cucchiai d'olio in una padella antiaderente, unire la zucca, la cipolla, un pizzico di sale, un mestolo di acqua calda e cuocere con il coperchio pe 15 minuti. Pepare e spegnere. Lessare il riso pe metà del tempo di cottura. Rivestire con lo speck il bordo di una cocotte o stampo a cerniera di 9 cm leggermente oliati. Mescolare il riso con le verdure preparate e il grana e metterlo nello stampo, compattandolo bene con un cucchiaio. Infornare a 200° per 15 minuti, lasciare riposare per 5 minuti, sformare e servire.
 

16 mar 2009

Cioccolato chantilly



cioccolato fondente al 70%
100g
acqua 110g

Sciogliere il cioccolato in una pentola a bagnomaria. Appena fuso aggiungere l'acqua a filo. Mescolare bene, a fuoco spento, sino a quando il cioccolato sarà completamente emulsionato. Versare la miscela in una bacinella raffreddata esternamente con del ghiaccio. Un paio di minuti di frusta elettrica, o a mano, ed infine servire in un recipiente.

15 mar 2009

Riso al curry



Ingredienti per 3 persone:
cipolla grande 1
patate 2
carote 2
carne di manzo 300g
dado vegetale o di carne 1
spicchio d'aglio 1
riso 200g
 
Per la salsa al curry:
olio 2 cucchiai
farina 2 cucchiai
curry 2 cucchiai
 
Lavare e tagliare le verdure, patate e carne a pezzetti e tritare l'aglio. Soffriggere in una pentola la cipolla, aggiungere le carote, patate, la carne e cuocere per circa 2 minuti. Versarvi 1/2 litro di acqua e quando bolle, mettere il dado e la salsa al curry preparata mischiando gli ingredienti sopra elencati. Eventualmente aggiungere un altro pò di curry a seconda dei gusti. Bollire a coperchio chiuso per 20 minuti, poi scoperchiare e continuare a cuocere fino a quando non diventa una crema. Servire su metà del piatto e dall'altra mettere il riso semplicemente cotto.
 

13 mar 2009

Riso integrale saltato al salmone e verdure



Ingredienti per 4 persone:
riso integrale 200g
salmone affumicato 150g (in una sola fetta)
grossa carota 1
zucchina 1
fagiolini 150g
uova 2
cipolla 1
limone 1
prezzemolo tritato q.b.

Lessare il riso per 30/35 minuti in acqua salata, scolare e mettere da parte. Lavare la carota, zucchina e fagiolini, tagliare a pezzi i primi due e togliere le estremità dei fagiolini. Mettere a lessare quest'ultimi insieme alla carota e dopo 3/4 minuti aggiungere la zucchina. Intanto imbiondire la cipolla in una padella capiente insieme ad un filo d'olio. Quando le verdure saranno cotte aggiungerle nella padella e cuocere per 5 minuti. Mettere il riso, girare per 3/4 minuti per amalgamare il tutto e poi le uova precedentemente sbattute con un pizzico di sale e pepe. Quando l'uovo si sarà rappreso aggiungere il salmone tagliato a pezzi grossi e cuocere. Infine spruzzare di limone e prezzemolo tritato.
 

1 feb 2009

Grissini di sesamo e farina di farro



farina 00 400g
farina di farro 100g
acqua tiepida 200cc
olio di oliva 50g
sale rosa 10g
lievito di birra 15g
sesamo a piacere

Mettere in una ciotola lievito e acqua e far sciogliere bene. Aggiungere lentamente la farina setacciata, quando l'impasto comincia a staccarsi dalle pareti aggiungere l'olio e i semi di sesamo. Mettere l'impasto sulla spianatoia e continuare a lavorare con le mani, quasi all'ultimo aggiungere il sale e formare una palla dalla superficie liscia. Mettere in una ciotola, coprire con un panno e lasciare lievitare per almeno due ore. Una volta lievitata si torna a lavorare sulla spianatoia, preparare una teglia foderata con carta da forno e man mano staccare dalla palla lievitata dei pezzettini di pasta e formare dei filoncini da mettere uno di fianco all'altro sulla teglia. Far lievitare altri 15/20 minuti e infornare a 180° per 10 minuti, devono risultare appena dorati.

Imbolc, la festa della luce crescente

E'tempo di purificazione e rinnovamento: la festa celtica dedicata alla Dea Brigit apre la strada a nuove prospettive e a un'evoluzione interiore. Le origini dell'antica tradizione.



Il Primo Febbraio è la Festa della luce crescente.
In questo giorno la luce, nata durante il solstizio d'inverno, inizia a manifestarsi. Pian piano le giornate vanno allungandosi e nonostante il freddo ancora pungente, ed in taluni casi, nonostante la neve, nell'aria si inizia ad avvertire qualcosa di nuovo.

Il termine "Imbolc" rimanda al significato della festa. La parola dalla quale si pensa possa derivare è "Imb-folc" e significa “grande pioggia” .
In tante località ha proprio il nome di “Festa della pioggia”.
Una sorta di purificazione dall'inverno che è ormai sul finire.

Altri termini che le sono stati dati sono “Imbolg” che vuol dire “nel sacco” inteso come grembo materno, e “Oimelc” che significa “lattazione delle pecore” anche se in particolare si tratterebbe di agnelli, che venivano allattati in quel periodo. Cosa che garantiva una certa scorta di latte, e quindi burro e formaggio.

Brigit, una santa o una dea?
Cristianizzata come santa Brigida, si dice fosse una levatrice di Gesù, in grado di moltiplicare cibi e bevande, e addirittura di trasformare in birra l'acqua da bagno.
La sua festa si celebra, ovviamente, il 1 Febbraio.
Ma, se non esistono tracce storiche della sua esistenza sotto questo aspetto, ne esistono invece sulla divinità onorata tanti secoli prima dai Celti.

Il suo nome ha la radice “Breo” che significa “fuoco”. Per questo motivo Brigit è la dea del triplice fuoco, e patrona di fabbri, poeti e guaritori.
Questo perchè il fuoco della fucina era collegato a quello dell'ispirazione in campo artistico e della fiamma di guarigione.
Oggi tante usanze cristianizzate sono una rivisitazione delle vecchie tradizioni celtiche.

Curiosità

Nel calendario cristiano si fa coincidere Imbolc con la festa della purificazione della Vergine che si tiene due giorni prima di Candelora.
Insieme a Beltane, Samhain e Lughnasadh, Imbolc è una delle quattro feste del fuoco, così chiamate per i fuochi che si accendevano durante i festeggiamenti per simboleggiare il sole crescente.

In Irlanda è molto conosciuto il talismano di Brigit, detto anche Cross-Bride. Questo amuleto, che serve a proteggere chi lo indossa, può essere forgiato in varie forme e con diversi materiali.
La versione più conosciuta è quella della croce a braccia uguali racchiusa in un cerchio, simbolo delle quattro stagioni, poste all'interno della ruota dell'anno.
Nelle isole britanniche esistono diverse “sorgenti di Brigit” luoghi resi famosi dalle tante guarigioni avvenute. Ancora oggi ai rami degli alberi che si trovano in prossimità delle sorgenti, si trovano spesso delle strisce di stoffa indicanti le malattie che la gente spera di allontanare.

A Brigit sono sacre la ruota del filatoio, lo specchio e la coppa. La ruota simboleggia il centro ruotante del cosmo e la ruota dell'anno, lo specchio è il simbolo dell'altro mondo, nonché strumento di divinazione.
Infine la coppa, rappresenta il grembo della Dea, da dove tutto nasce.
Alla Dea si attribuiscono anche altri simboli, che sono: la mucca bianca, il fiore di tarassaco, la biscia ed un particolare uccello detto “ostricorio”.
Il fiore legato ad Imbolc è il bucaneve, in quanto il primo a sbucare proprio dalla neve. Cosa che ha originato il suo nome.

Ad Imbolc è tradizione porre il “mantello di Brigit” fuori dalla porta. Si tratta di un panno, solitamente di colore nero che serve ad allontanare le malattie.
Tale usanza va rinnovata di anno in anno.

Celebrare Imbolc
In questa festa si onora il principio femminile della Natura. Nonostante il clima rigido, si inizia ad avvertire come un soffio di vita nascente, che ogni giorno si carica di forza.
E' in questi momenti che è necessario acquisire il coraggio proprio della rigenerazione. Per questo ci si deve preparare a lasciare le scorie del passato per far posto alla potenzialità e alla creatività insite in noi e ormai pronte a sbocciare nella nostra vita.

Per questo motivo è necessario purificarsi, iniziando magari con una dieta più leggera. Una volta eliminati gli extra delle feste, si potrà passare a purificare se stessi e la propria casa con un buon incenso. In casa si potrebbe iniziare a fare una pulizia generale, in vista della prossima pulizia di primavera.
Ovviamente anche la nostra mente andrà purificata, un buon metodo sarebbe quello di dedicarsi una decina di minuti al giorno in cui praticare un po' di meditazione o in alternativa, decidere di smetterla con almeno un pensiero negativo o che sappiamo dannoso, al giorno.
Alla fine gioverà alla nostra vita molto più di quanto si pensi.
fonte: girlpower


22 gen 2009

All'altrà metà della mela...

" Mi piace giocare
sembrarti indecente
parlarti all'orecchio dicendoti niente
Trattami come se fossi una Dea
Trattami come se fossi una Dea
Una bambina impertinente
Una bambina impertinente "

(C.Consoli)

21 gen 2009

Kierkegaard S.



"Il paganesimo aveva un dio per l’amore ma non per il matrimonio; il cristianesimo ha, oserei dire, un dio per il matrimonio ma non per l’amore."
(Søren Kierkegaard)

 

18 gen 2009

Riso venere nero al radicchio e speck



Ingredienti per 3 persone:
riso venere nero 300g
cipolla 1/2
radicchio 500g
speck 100g
vino bianco 1/2 bicchiere
brodo vegetale q.b.
parmigiano q.b.

Preparare il brodo e lasciarlo sul fuoco a bollire a fiamma bassa. Scaldare un cucchiaio d'olio in una pentola capiente e possibilmente antiaderente e soffriggere la cipolla. Quando sarà dorata, aggiungere lo speck a cubetti e il radicchio tagliato a listarelle. Sfumare con il vino e quando sarà evaporato aggiungere il riso. Continuare la cottura del risotto aggiungendo brodo mano a mano che si asciuga e continuando a mescolare con un cucchiaio di legno. A fine cottura amalgamare con il parmigiano grattugiato.

17 gen 2009

Biscotti limone e rosmarino



burro ammorbidito 50g
zucchero 50g
limone scorza grattugiata più 4 cucchiai di succo
tuorlo 1
albume 1
rosmarino tritato fresco 2 cucchiaini
farina 200g
zucchero a velo q.b.

In una zuppiera amalgamare lo zucchero e il burro. Aggiungere la scorza e il succo di limone e il tuorlo. Amalgamare il tutto e aggiungere il rosmarino tritato. Unire la farina e mescolare in modo da ottenere un impasto soffice. Coprire con una pellicola trasparente e mettere in frigorifero per 30 minuti. Stendere l’impasto su una superficie infarinata, tagliare i biscotti usando le formine apposite e mettere i biscotti su una teglia imburrata (o su cui avete steso della carta da forno). Spennellare con l’albume leggermente montato e cospargere di zucchero a velo. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti, finchè non saranno dorati. Prima di servire, lasciare raffreddare.

9 gen 2009

Witch Goddess are you?



Isis

Goddess of Creation

Your a nature girl! You really love nature and living things. You probably goes outside everyday. You love animals and Earth's beauty. In Spring or Summer your probably outside planting flowers, tree, ect...
fonte: quizilla

Aspettando il 31 Gennaio...



The Three-Fold Fire of Brighid

Fire in the forge that
shapes and tempers.


Fire of the hearth that
nourishes and heals.


Fire in the head that
incites and inspires.

 

4 gen 2009

Torta menta, cocco e cioccolato



yogurt al cocco 2 vasetti
olio 1 vasetto
farina di cocco 1 vasetto
zucchero 1 vasetto
sciroppo alla menta 1 vasetto
farina 4 vasetti
uova 3
lievito per dolci 1 bustina
gocce di cioccolato q.b.
 
Unire insieme tutti gli ingredienti ed amalgamare. Infornare a 180° per circa 45 minuti. Lasciare freddare e se si vuole fare una copertura di cioccolato fondente.